100 anni di presenza dei gesuiti in Micronesia

Palau, le Isole Caroline, Pohnpei, Chuuk, Saipan, le Isole Marshall, le Isole Marianne, Guam. Possono venire in mente i ricordi delle nostre lezioni di geografia: sono i nomi di isole o arcipelaghi della parte occidentale dell’Oceano Pacifico, spesso distanti tra loro e non menzionate spesso nei notiziari. Per i gesuiti, tuttavia, è una regione di presenza missionaria attiva segnata dalla creatività e dal senso dell’avventura. E questo accade da 100 anni fino ad oggi.

Infatti, già ai tempi della “Prima Compagnia”, la Compagnia di Gesù ha potuto celebrare un altro secolo di attività missionaria nella regione delle Isole Marianne, dal momento che alcuni gesuiti spagnoli della Provincia delle Filippine vi sono arrivati nel 1668 e vi hanno potuto lavorare fino all’espulsione della Compagnia da tutti i territori legati alla corona spagnola nel 1769. Si può notare che tra i primi cinque gesuiti spagnoli, c’era un ragazzo filippino di 13 anni, Pedro Calungsod, che offrì i suoi servizi come sacrestano. Originario di Cebu, divenne catechista e morì martire a Guam nel 1672. È stato canonizzato da Benedetto XVI nel 2012.

2021-04-09_micronesia_boat

Solo nel XX secolo, e precisamente nel 1921, i gesuiti si avventurarono di nuovo nella zona. Quell’anno, una nave con 22 gesuiti a bordo, li distribuì lungo le coste di diverse isole in piccoli gruppi di due o quattro missionari. Era la ricostruzione di una missione forzatamente abbandonata nel XVIII secolo. L’invio di gesuiti in quel luogo era la risposta della Compagnia a una specifica richiesta del Papa Benedetto XV, che non era riuscito a convincere nessun’altra congregazione religiosa a farsi carico di una tale missione... e che si era rivolto ai gesuiti invocando il loro particolare voto di obbedienza per le missioni affidate dal Papa.

Nelle isole in cui i gesuiti erano presenti, le chiese e le scuole si moltiplicarono rapidamente, soprattutto dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando la missione fu posta sotto la responsabilità dei gesuiti degli Stati Uniti. Pubblicazione di un dizionario della lingua locale a Palau, programmi di evangelizzazione adattati alla cultura locale, bande musicali e progetti di costruzione: un’epopea missionaria di eccezionale dinamismo!

2021-04-09_micronesia_mass

Attualmente i gesuiti della regione sono una dozzina, formano una comunità della Provincia USA-Est. Hanno la loro base a Chuuk, nelle isole Caroline, ma sono attivi in diverse altre isole della regione. Sebbene facciano parte, dal punto di vista “amministrativo” della Conferenza dei gesuiti del Canada e degli Stati Uniti, i loro legami con la Conferenza dell’Asia-Pacifico sono molto stretti: gesuiti filippini, indonesiani e malesi, tra gli altri, hanno lavorato nella regione.

Fonte: Conferenza dei gesuiti dell’Asia-Pacifico.

Per maggiori dettagli, vedere The Historiography of the Jesuit Presence in Oceania, di Alexandre Coello de la Rosa.

Condividi questo articolo:
Pubblicato da Communications Office - Editor in Curia Generalizia
Communications Office
L’Ufficio Comunicazione della Curia Generalizia pubblica notizie di interesse internazionale sul governo centrale della Compagnia di Gesù e sugli impegni dei gesuiti e dei loro partner. È anche responsabile delle relazioni pubbliche.

Notizie correlate