Integrare fede-vita-missione

Dall’Equipo Itinerante (1998) alla Red Itinerante della REPAM (2019)

Dell'Equipo Itinerante dell'Amazzonia

Papa Francesco comincia così affettuosamente la sua Esortazione Apostolica: “Querida Amazonia” e ci invita ad “amare” l’Amazzonia percorrendola con le sue popolazioni: “pensare a équipe missionarie itineranti e sostenere l’inserimento e l’itineranza delle persone consacrate vicino ai più poveri ed esclusi”. Errare geograficamente e simbolicamente, imparando a conoscere, amare e difendere l’Amazzonia e la sua gente.

Laudato si’ afferma che “tutto nel mondo è intimamente connesso” (nº 16) e propone “un’ecologia integrale” (nº 10). Le quattro Preferenze apostoliche universali della Compagnia di Gesù possono essere fatte proprie solo dalla conoscenza amorosa, integrale, connessa, “di cuore”: “indicare il cammino verso Dio mediante gli Esercizi Spirituali e il discernimento”, ci porta a “camminare insieme ai poveri, agli esclusi del mondo, a quanti sono feriti nella loro dignità, in una missione di riconciliazione e di giustizia”. Ci incoraggia, inoltre, ad “accompagnare i giovani nella creazione di un futuro di speranza” ed a “collaborare nella cura della nostra Casa Comune”.

Questa interconnessione esige la conversione del cuore, “motore degli affetti”, una metanoia che il Padre Claudio Perani, SJ, fondatore dell’Equipo Itinerante (EI – Équipe Itinerante), ha formulato così:

“Viaggino per l’Amazzonia ed ascoltino ciò di cui parla la gente: le loro esigenze e le speranze, i loro problemi e le soluzioni, le loro utopie ed i sogni. Partecipino della vita quotidiana della gente. Prendano appunti e registrino tutto con attenzione, con le parole della gente. Non si preoccupino dei risultati, lo Spirito mostrerà il cammino. Coraggio! Comincino da dove possono”.

Le quattro PAU sono legate, collegate “con il cuore”, nella vita missionaria, alle intemperie dell’EI. Un vero viaggio spirituale verso Dio conduce a complicarsi la vita lì dov’è minacciata, amando i poveri, prendendosi cura del futuro dei giovani e difendendo la vita di tutti gli esseri della Casa Comune, con i quali siamo comunità, fratelli di latte, della creazione.

L’EI integra fede-vita-missione, spiritualità alle intemperie, che ci permette di uscire dalla nostra zona di comfort: stare con chi, dove e come nessuno vuole stare, dove le ferite sono più aperte e la vita più minacciata. Laici e laiche, religiosi e religiose, padri che fanno comunità-nel-cammino per città e villaggi, come Gesù (Lc 8, 1ss.), al servizio del Regno della Giustizia. La missione è geopolitica: amare-curare-difendere la Vita abbondante (Gv 10, 10), ben vivere-convivere amazzonico. È una “Chiesa in uscita”, itinerante: “L’intimità della Chiesa con Gesù è un’intimità itinerante, e la comunione 'si configura essenzialmente come comunione missionaria'” (Evangelii Gaudium, nº 23).

L’EI promuove una cosmovisione territoriale amazzonica, connessa, geopolitica, “da dentro” e discerne la missione con la gente, camminando insieme, in modo sinodale e genera processi, tesse reti al di là delle frontiere per affrontare le grandi sfide amazzoniche. Aggregare carismi, culture, personalità, congregazioni, istituzioni, per arrivare insieme dove non si può, né si deve, da soli. La diversità è il principio teologico trinitario dell’EI: quanto più diverso, tanto più divino, se manteniamo l’unità nella diversità e nella complementarietà.

2021-07-19_faith-life_mapa

Il servizio itinerante è “trinitariamente” complementario ai servizi istituzionali ed inseriti nella missione:

  1. Istituzionale – “Dio Padre”: dona stabilità e continuità alla missione. Esempi: scuole, ospedali, case di ritiro, parrocchie.
  2. Inserzione – “Dio Figlio”: dona prossimità, “incarnazione” nei poveri e nelle ferite del Pianeta. Esempi: comunità di base rurali, inserite, periferie urbane, villaggi.
  3. Itinerante – “Spirito Santo”: giunge dove non arrivano le istituzioni, né le inserzioni, dà visibilità, connessione, inclusione ed unità ad entrambi i lati delle frontiere (geografiche, simboliche).

A un maggior equilibrio ed articolazione di questi tre servizi missionari nel corpo apostolico, corrisponderà una maggiore incidenza.

2021-07-19_faith-life_grupo

La Red Eclesial Pan-Amazónica (REPAM, Rete Ecclesiale Panamazzonica) e la Conferencia Latinoamericana y Caribeña de [email protected] (CLAR, Confederazione dei Religiosi e Religiose di America Latina e Caraibi), congiuntamente all’EI ed agli altri missionari itineranti, intessono la Red Itinerante (Rete Itinerante). Il loro primo incontro si è tenuto a Manaus, nell’agosto del 2019 e vi hanno preso parte 60 rappresentanti di sette Paesi Amazzonici.

Il Sinodo dell’Amazzonia (ottobre 2019) è stato ed è kairós (opportuno). Suor Arizete Miranda CNS-CSA, fondatrice dell’EI, ha realizzato un intervento fondamentale, come madre sinodale ed il Papa l’ha citata nella plenaria: “Suor Miranda ha pronunciato una parola chiave che STRARIPA: ITINERANZA”. L’itineranza nell’Amazzonia straripa, sfugge al nostro controllo: ci apre allo Spirito; la Provvidenza si prende cura di noi e accompagna per mano la gente e i poveri.

2021-07-19_faith-life_mujeres

Il documento finale rinforza il concetto di STRARIPAMENTO dell’ITINERANZA:

“Gesù ha indicato a noi suoi discepoli che la nostra missione nel mondo non può essere statica, ma è itinerante. Il cristiano è un itinerante” (nº 21).

“Le équipe missionarie itineranti in Amazzonia vanno tessendo e costruendo comunità lungo il cammino e contribuiscono a rafforzare la sinodalità ecclesiale. Possono aggregare vari carismi, istituzioni e congregazioni, laici e laiche, religiosi e religiose, sacerdoti. Aggregare per arrivare insieme dove non si può da soli” (nº 39).

“Proponiamo una rete itinerante che raduni i vari sforzi delle équipe che accompagnano e vivacizzano l’esistenza e la fede delle comunità amazzoniche” (nº 40).

“Sosteniamo l'inserimento e l’itineranza delle persone consacrate, insieme ai più impoveriti ed esclusi” (nº 98).

Che lo Spirito di Dio ci aiuti a viaggiare-remare verso acque più profonde ed a gettare le reti (Lc V, 4) con la Querida Amazonia.

[Articolo della pubblicazione "Gesuiti - La Compagnia di Gesù nel mondo - 2021", dell'Equipo Itinerante dell'Amazzonia]

Condividi questo articolo:
Pubblicato da Communications Office - Editor in Curia Generalizia
Communications Office
L’Ufficio Comunicazione della Curia Generalizia pubblica notizie di interesse internazionale sul governo centrale della Compagnia di Gesù e sugli impegni dei gesuiti e dei loro partner. È anche responsabile delle relazioni con i media.

Notizie correlate