Un Consiglio allargato “virtuale”

Qual è l’impatto del Covid sui nostri apostolati? Come stanno andando le Preferenze? Stanno avanzando? Queste sono alcune delle domande che il Consiglio allargato del Padre Generale ha discusso durante la seconda settimana di giugno. Ognuno al suo computer, i membri si sono incontrati, hanno condiviso e lavorato. La Compagnia ha bisogno di andare avanti nonostante la situazione creata dal Covid. La missione non può fermarsi a causa di questa sfida esterna.

La crisi del coronavirus solleva una delle questioni più esistenziali del nostro tempo: “Dov’è Dio? A Dio importa di noi?” Nel Regno Unito, una persona su venti (il 5% degli adulti) ha iniziato a pregare durante la crisi, anche se non lo aveva mai fatto prima. Questo dimostra quanto sia rilevante la fede in questo momento di crisi. Come stiamo aiutando le persone a trovare Dio in mezzo a questa pandemia?

In un’intervista trasmessa il 22 marzo, quando gli è stato chiesto come avrebbe raggiunto le persone, Papa Francesco ha risposto: “L'ultima cosa che farei è dire loro qualcosa ... quello che ho cercato di fare è fargli sentire la mia vicinanza. Oggi il linguaggio dei gesti è più importante delle parole”.

2020-06-12_ca_consulta

Durante l’incontro sono state poste domande stimolanti sul nostro accompagnamento e sulla nostra vicinanza ai poveri. Per esempio: “La nostra Provincia, la nostra Conferenza e la Compagnia possono davvero ascoltare la chiamata dei poveri?” “Cosa possiamo fare per i nostri privilegi?” “Siamo rinchiusi nella stanza superiore per paura o restiamo dentro per prudenza?” “Cosa succede nei nostri cuori?” “Stiamo offrendo un messaggio di speranza?” “Stiamo davvero ascoltando i poveri?”

In un’intervista con Austen Ivereigh, Papa Francesco ha detto: “Il popolo di Dio ha bisogno che i suoi pastori gli siano vicini, non che si proteggano troppo. Il popolo di Dio ha bisogno che i suoi pastori si sacrifichino”. Un’altra citazione del Papa: “Il padre Arrupe diceva: `Dove c’è dolore, la Compagnia è presente´. Ovunque ci sia sofferenza, noi ne siamo colpiti, perché è il Signore che è crocifisso, lo stesso Signore a cui abbiamo chiesto di essere messi con lui”.

Come combattono i giovani e come li accompagniamo? Molti di loro avranno perso il lavoro. Sono particolarmente vulnerabili a causa del loro recente ingresso nel mercato del lavoro. Ma molti saranno anche frustrati dal sistema economico; sanno di volere un cambiamento. Come possiamo accompagnarli per discernere cosa bisogna fare per affrontare questo cambiamento - non solo per dare sfogo a sentimenti di frustrazione, ma anche per agire effettivamente per il cambiamento in un modo che sia efficace e che dia i suoi frutti?

2020-06-12_ca_pc

All’ordine del giorno del Consiglio c’era anche una revisione della situazione ecologica e della cura della nostra casa comune. Mauricio Lopez, uno degli ospiti, ha detto che “per quelli di noi che credono in Gesù, il momento presente offre la possibilità di offrire l’essenza della nostra esperienza di discepoli fragili e peccatori redenti dal Regno di Dio qui e ora”.

Tutto il processo è stato un invito a riformare la nostra realtà, passo dopo passo, qui e ora: questa è la nostra speranza.

Durante questo incontro abbiamo trovato tanta consolazione e abbiamo sentito che il Signore cammina con noi, passo dopo passo. Lo Spirito è creativo, e anche in questo tempo di sofferenza, la Compagnia è stata abbondantemente colmata di grazie.

Il Consiglio allargato si è svolto interamente online da lunedì 8 giugno a venerdì 12 giugno. Ogni giorno si sono tenute tre riunioni dei gruppi divisi in base alle regioni geografiche: Americhe, Africa-Europa e Asia, secondo i fusi orari. Durante la sessione plenaria quotidiana sono stati condivisi i frutti del lavoro dei gruppi e sono stati dati suggerimenti per la preghiera personale.

Condividi questo articolo:
Pubblicato da Communications Office - Editor in Curia Generalizia
Communications Office
L’Ufficio Comunicazione della Curia Generalizia pubblica notizie di interesse internazionale sul governo centrale della Compagnia di Gesù e sugli impegni dei gesuiti e dei loro partner. È anche responsabile delle relazioni pubbliche.

Notizie correlate