Anno Ignaziano – Un anno di rinnovamento

Comunicato stampa

“Mettere Cristo al centro”

I gesuiti lanciano un anno speciale di rinnovamento

Il 20 maggio inizia l’Anno Ignaziano della Compagnia di Gesù. Quest’anno i gesuiti celebrano un evento molto strano: il ferimento del loro fondatore Ignazio di Loyola in una battaglia a Pamplona nel 1521. Questo evento cambiò il corso della sua vita; portò alla fondazione della Compagnia di Gesù che a sua volta provocò cambiamenti drammatici nella Chiesa e nella storia del cattolicesimo. Continuate a leggere!

Cosa si festeggia?

I gesuiti stanno celebrando il 500° anniversario della conversione di Sant'Ignazio di Loyola. Fu un tipo diverso di conversione. Egli passò dall’essere un nobile vanitoso concentrato sul successo mondano e sulla fama ad essere il fondatore del più grande ordine religioso cattolico. Dio ha dato al mondo e alla Chiesa un dono prezioso attraverso Ignazio: una spiritualità che aiuta a seguire lo Spirito in tutte le circostanze della vita.

2021-05-19_iy_painting

Perché questa celebrazione?

La celebrazione dei 500 anni della conversione di Sant’Ignazio non riguarda principalmente il passato. Riguarda il presente e il futuro. È un’opportunità di rinnovamento e di riscoperta delle radici ignaziane. È un’opportunità per fermarsi, fare un bilancio e rimettere Cristo al centro. Si tratta di una conversione continua e quotidiana.

Il P. Generale Arturo Sosa dice:

È bene ricordare a noi stessi che la ferita subita da Ignazio a Pamplona non fu tanto un lieto fine, ma piuttosto un felice inizio. La conversione consiste a volte in grandi momenti di cambiamento, ma è anche un processo senza fine. Dobbiamo mettere Cristo al centro ogni volta, ancora e ancora. Questo processo è un pellegrinaggio lungo strade tortuose, su e giù, a volte dovendo tornare sui nostri passi, a volte sentendoci persi. Ma incontrando lungo la strada persone che ci indicano la via e ci tendono la mano.

P. Generale Arturo Sosa

Quest’Anno Ignaziano è un pellegrinaggio di conversione. Papa Francesco, nel suo recente libro Ritorniamo a sognare, dice che un pellegrino è qualcuno “che si decentra e quindi può trascendere. Esce da se stesso, si apre a un nuovo orizzonte, e quando torna a casa non è più lo stesso, e così la sua casa non sarà la stessa. Questo è il tempo dei pellegrinaggi”.

Vogliamo metterci in cammino, lasciandoci guidare dolcemente dallo Spirito Santo, centrando sempre più la nostra vita su Cristo e permettendoci di vedere nuove tutte le cose in Cristo.

Sulla conversione di Ignazio, Papa Francesco ha detto alla Compagnia di Gesù:

Durante tutta la sua vita si è convertito, ha messo Cristo al centro. E lo ha fatto attraverso il discernimento. Il discernimento non consiste nell'avere sempre ragione dall’inizio, ma piuttosto nel navigare, nell’avere una bussola per potersi incamminare sulla strada che ha molte curve, lasciandoci sempre guidare dallo Spirito Santo, che ci conduce all'incontro con il Signore.

Papa Francesco

Pellegrini con Ignazio

Preghiera in diretta - 23 maggio 2021
 

PREGA CON NOI
2021-05-13_prayer-iy_tile-450-it

Chi sta festeggiando?

L’iniziativa di quest’Anno Ignaziano viene dal P. Generale Arturo Sosa della Compagnia di Gesù (i gesuiti). Ma egli estende l’invito a tutti, e in particolare a tutti coloro che si ispirano alla spiritualità ignaziana - la grande famiglia ignaziana.

“C’è molta collaborazione con le congregazioni ignaziane femminili e le organizzazioni laiche ignaziane come la Comunità di Vita Cristiana (CVX)”, dice il padre Sosa. “Infatti la maggior parte delle iniziative e degli eventi si svolgono a livello locale, in tutto il mondo, e sono una collaborazione tra gesuiti e altri. Questo è qualcosa che apprezziamo enormemente.”

Principali eventi internazionali

20 maggio 2021

Apertura ufficiale dell’Anno Ignaziano a Pamplona (Spagna), esattamente 500 anni dopo la palla di cannone che colpì Ignazio. Un’eucaristia sarà celebrata nella cattedrale dall’arcivescovo Francisco Pérez González e dal P. generale Arturo Sosa alle 18h (CEST) e trasmesso in diretta su https://youtu.be/YqE1hFOGC9Q

23 maggio 2021

Pellegrini con Ignazio. Preghiera online con il P. Generale Arturo Sosa e Papa Francesco per iniziare l’Anno Ignaziano. In streaming per tre volte (20h PhST, CEST, EDT), ogni volta in inglese, spagnolo e francese su https://ignatius500.global/live/

12 marzo 2022

Messa solenne al Gesù di Roma in occasione del 400° anniversario della canonizzazione di Sant’Ignazio, San Francesco Saverio, Santa Teresa di Gesù, San Isidoro Lavoratore e San Filippo Neri.

31 luglio 2022

Chiusura ufficiale dell'Anno Ignaziano nel giorno della festa di Sant'Ignazio.

Condividi questo articolo:
Pubblicato da Communications Office - Editor in Curia Generalizia
Communications Office
L’Ufficio Comunicazione della Curia Generalizia pubblica notizie di interesse internazionale sul governo centrale della Compagnia di Gesù e sugli impegni dei gesuiti e dei loro partner. È anche responsabile delle relazioni pubbliche.

Notizie correlate