Jorge Serrano: 10 anni di servizio nell’équipe dell’Economato Generale

"Negli ultimi dieci anni il P. Jorge Serrano ha servito la Compagnia di Gesù nello sviluppo di uffici e strategie per aumentare l'attività filantropica delle Province e delle Regioni. Grazie al suo duro lavoro, c'è una maggiore conoscenza e competenza per invitare i nostri amici e collaboratori a condividere e sostenere la nostra missione. Inoltre, ora c'è un'ampia biblioteca e una serie di risorse per assistere coloro che cercano di sviluppare e far crescere tali sforzi. Jorge terminerà il suo servizio in questo ruolo alla fine di giugno 2020 e tornerà nella sua Provincia, Colombia. L'Ufficio dell'Economo Generale continuerà a costruire su ciò che Jorge ha sviluppato essendo il principale collegamento e supporto per le Conferenze e gli uffici delle Province/Regioni per la filantropia locale e il ministero per i nostri collaboratori al servizio della Chiesa e del mondo."

Così il p. Thomas McClain ha fatto l'annuncio della partenza di Jorge Serrano dalla comunità gesuita della Curia generale tra un paio di mesi. È anche un omaggio agli sforzi e all'entusiasmo che il P. Serrano ha dedicato a questo difficile compito di aiutare i gesuiti, in tutto il mondo, a migliorare le loro relazioni con coloro che credono nella missione della Compagnia e che hanno i mezzi per sostenerla. Abbiamo incontrato l'Assistente del Economo per le Risorse per lo Sviluppo e gli abbiamo chiesto del suo impegno al servizio della Compagnia di Gesù Universale in quest'ultimo decennio.

2020-04-20_serrano_directors

Jorge Serrano, cosa è cambiato, attraverso il suo lavoro, nelle abitudini e nei modi di procedere della Compagnia negli ultimi dieci anni?

Credo che il più grande risultato sia stato quello di recuperare la visione ignaziana nel nostro rapporto con i benefattori della missione in due dimensioni. La prima è che non danno ai gesuiti, ma alla missione di Cristo portata avanti dalla Compagnia di Gesù. La seconda dimensione è stata quella di essere nuovamente grati a tutti coloro che contribuiscono con risorse a questa missione, sia in tempo, sia in denaro, sia in cose materiali.

Come ha tenuto conto delle situazioni socio-economiche così diverse da una Provincia all'altra per aiutare ciascuna di esse a rafforzare il proprio sviluppo e le proprie attività filantropiche?

Penso che non ci siano paesi ricchi o poveri. Ci sono paesi con un'altissima concentrazione di ricchezza in poche mani. Il mio discorso è stato lo stesso. In primo luogo, il 90% dei donatori dona perché qualcuno glielo ha chiesto. In secondo luogo, l'invito deve essere accompagnato da un progetto che abbia un impatto sulla vita delle persone. Sant'Ignazio sapeva mendicare per le strade, nei palazzi cardinalizi e con i mercanti fiamminghi, per le prostitute o per gli studenti del Collegio Romano e la sua lettera di presentazione era l'effetto che produceva nella vita della gente.

2020-04-20_serrano_nairobi

Quali sono stati i principali ostacoli che ha incontrato?

Lo ridurrò a uno solo. I gesuiti degli ultimi 50 anni, io tra loro, sono stati formati come "figli del re", che non sanno da dove provengano le risorse a loro disposizione. Ci sentiamo ricchi indipendentemente dalla Provincia che serviamo. In questo senso non abbiamo alcun interesse a cercare benefattori. Il recupero della nostra capacità di contare su uomini e donne impegnati nella missione della Compagnia come benefattori richiede una revisione dei piani di formazione che incorporino la dimensione della povertà dei professi e quella dell'essere mendicanti.

Cosa spera che le persone che ha assistito si ricordino di lei, dei suoi consigli, della sua esperienza?

Anche qui, solo una cosa. Che quando il loro superiore darà loro una missione diversa da quella di direttore dell'ufficio per lo sviluppo, questi gesuiti continuino a invitare i loro amici, i loro parrocchiani, le persone che fanno gli Esercizi spirituali con loro, i loro ex studenti e le loro famiglie, a continuare a partecipare come benefattori alla missione che svolgiamo. Non solo per la nostra opera apostolica, ma siano disposti a contribuire alla missione nella loro Provincia e nel resto della Compagnia.

2020-04-20_serrano_timor-est
Condividi questo articolo:
Pubblicato da Communications Office - Editor in Curia Generalizia
Communications Office
L’Ufficio Comunicazione della Curia Generalizia pubblica notizie di interesse internazionale sul governo centrale della Compagnia di Gesù e sugli impegni dei gesuiti e dei loro partner. È anche responsabile delle relazioni pubbliche.

Notizie correlate