La Casa Comune – I gesuiti vengono convertiti dai giovani

La Compagnia di Gesù sta portando avanti il suo impegno a collaborare alla Casa Comune. È questa la buona notizia che emerge dal Consiglio Allargato del Padre Generale che si è svolto dal 3 al 7 giugno. Questo impegno è molto chiaro nelle scuole e nelle università dei gesuiti. Ora sta prendendo piede anche a livello comunitario e locale.

“Siamo stati un po’ lenti a prendere questo impegno a livello comunitario”, ha detto il Padre Generale. “La Congregazione dei Procuratori ha evidenziato questo problema ed è reale. In questa riunione del Consiglio abbiamo approfondito e trovato molta consolazione nel fatto che molte delle scuole della rete dei gesuiti sono molto avanti. Se questi due milioni di studenti, insieme alle loro famiglie e ai loro insegnanti, sono motivati e si attivano per la Casa Comune, allora abbiamo un’enorme base positiva da cui partire. Possiamo imparare dai giovani ed essere convertiti da loro.”

Durante l’incontro in Curia, Xavier de Benazé SJ ha parlato delle misure adottate nella Provincia dell’Europa Occidentale Francofona (EOF):

“Come giovane gesuita sono sempre stato entusiasta di questo tema e ora la mia missione è sviluppare il nostro impegno come gesuiti. Lo faccio come eco-delegato del mio Provinciale e anche come responsabile di un nuovo progetto per trasformare la nostra casa vicino a Lione in un Centro di Eco-spiritualità. Queste due missioni mi offrono grandi opportunità di collaborare con altri per la cura della nostra Casa Comune e posso intraprendere azioni molto concrete e dirette.”

2024-06-12_common-home_session

La Provincia EOF ha già rivolto diverse raccomandazioni ai suoi membri, come ad esempio quella di evitare di prendere l’aereo se il viaggio può durare meno di dodici ore in treno o in autobus. Le comunità della Provincia sono anche incoraggiate a fare una verifica delle emissioni di carbonio, in collaborazione con il Centro sociale europeo dei gesuiti di Bruxelles (JESC). Ciò significa che conoscono il loro impatto sulla Casa Comune e possono decidere meglio come agire.

“Nelle comunità dei gesuiti il consumo generale di beni è basso, frutto del voto di povertà”, afferma Gabrielle Pollet, responsabile della transizione ecologica dell’EOF, che lavora a stretto contatto con Xavier. “Ma il passo successivo è quello di guardare ad altre aree di emissioni di CO2, come i sistemi di riscaldamento delle comunità o il cibo che mangiamo. Questa può essere una grande opportunità per seguire concretamente Gesù povero e umile ancor più da vicino in questo XXI secolo.”

Il Consiglio Allargato era molto consapevole della necessità di cambiamenti sia all’interno della stessa Curia Generalizia che nelle Curie Provinciali e Regionali: è il momento di esaminare ciò che possiamo fare. I primi passi potrebbero includere una verifica delle emissioni di anidride carbonica, un cambiamento nei modi di viaggiare, un esame dell’efficienza energetica o altre misure. Non è stata ancora presa nessuna decisione specifica, ma la motivazione c’è.

2024-06-12_common-home_session2

Boris Foka Wadem SJ, gesuita camerunense che sta facendo il suo periodo di Magistero in Curia, ha parlato con passione di come l’impegno per la Casa Comune possa talvolta provocare tensioni:

“In alcune comunità in cui ho vissuto non vedo la stessa preoccupazione per la Casa Comune, ma io do la mia testimonianza e parlo e agisco in base alle mie convinzioni. Questo ha un impatto e ricevo una consolazione sempre maggiore. La Compagnia si sta muovendo.”

Un’ultima parola del Padre Generale:

“Sto istituendo una commissione speciale qui in Curia per assicurare che le raccomandazioni fatte durante il Consiglio Allargato di giugno vengano portate avanti. La Compagnia può fare molto e sono determinato a sostenere le iniziative sul campo, oltre a dare l’impulso dalla Curia.”

Condividi questo articolo:
Pubblicato da Communications Office - Editor in Curia Generalizia
Communications Office
L’Ufficio Comunicazione della Curia Generalizia pubblica notizie di interesse internazionale sul governo centrale della Compagnia di Gesù e sugli impegni dei gesuiti e dei loro partner. È anche responsabile delle relazioni con i media.

Notizie correlate